S.Domenica, Scorrano per 5 giorni diventa capitale mondiale delle luminarie
Inserito da admin il 2 lug 2017 | Nella categoria Magazine | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Dal 5 al 9 Luglio, a , in provincia di , la magia delle monumentali salentine torna ad accendersi a ritmo di musica per , la “madre” di tutte le feste patronali d’Italia. Come da tradizione, il piccolo comune di appena 7mila abitanti sito nel cuore del Salento ospiterà le maestose e sfavillanti architetture di luce realizzate dai migliori maestri dell’arte delle parature, che ogni anno regalano suggestioni ed emozioni uniche a migliaia di visitatori e turisti. Luci, arte e musica si uniscono per creare qualcosa di sensazionale, uno spettacolo unico al mondo che negli anni ha portato Scorrano a guadagnarsi il titolo di “Capitale mondiale delle Luminarie” regalando all’evento una risonanza internazionale.

Il Comune di Scorrano, il direttivo dell’associazione di volontariato “” presieduta da Salvatore De Luca e il parroco Don Gino De Giorgi hanno preparato un programma ricco di appuntamenti che coinvolgerà l’intero centro storico di Scorrano tra riti religiosi, spettacoli pirotecnici (anche di giorno, con la tradizionale Gara pirotecnica diurna il 6 luglio), concerti bandistici e altri musicali, oltre all’atteso spettacolo delle accensioni musicali che come sempre riserverà tante sorprese. Quest’anno sono quattro le ditte specializzate che illuminano piazze, strade e vicoli del comune di Scorrano con le loro creazioni uniche al mondo: accanto alle presenze consolidate della “MarianoLight” di Lucio Mariano (Corigliano D’Otranto) e della “Mariano Luminarie” di Massimo Mariano (Scorrano), si registra il ritorno della ditta “Luminarie Cesario De Cagna” di Giuseppe De Cagna e F.lli () e la presenza di una new entry, la “Nuova Elettro Luminarie” di Angelo e Beatrice Fabrizio (San Donaci, Brindisi).



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Per il terzo anno, inoltre, la Festa di Santa Domenica ospiterà “M’Illumino di ”, rassegna dedicata alle eccellenze dell’artigianato agroalimentare a cura dell’agenzia Eventi Marketing & Communication di Carmine Notaro, che cura anche la grafica e la comunicazione della Festa. Lungo le strade adiacenti la chiesa di Santa Domenica, ma anche in Largo Frisari, via Discesa Re Ladislao e in piazza Caduti Scorranesi, gustosi percorsi enogastronomici permetteranno ai tanti avventori, in particolar modo ai turisti, di scoprire piatti tipici e prodotti di qualità del territorio, da assaporare in abbinamento ai migliori vini e birre artigianali salentine. Non solo. Specialità della pasticceria salentina come il famoso “pasticciotto”, saranno preparate “in diretta” nei laboratori a cielo aperto a cura dell’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce.

Di seguito il programma completo

ACCENSIONI OGNI SERA A PARTIRE DALLE 21 FINO A MEZZANOTTE

Come da tradizione, le luminarie realizzate da alcune delle principali ditte del settore prenderanno vita il 5 luglio, in una cerimonia di accensione che emozionerà curiosi e turisti da ogni parte del mondo e che sarà trasmessa in diretta, a partire dalle 21, su Telenorba (canale 10), TgNorba24 (canale 180) e sul canale 510 di Sky. Sontuose e lunghissime gallerie illuminate da milioni di lampadine colorate ed effetti speciali si animeranno a ritmo di musica creando incredibili scenografie e regalando al pubblico uno spettacolo unico che sa unire fascino e folklore, tradizione e innovazione. Le accensioni musicali si svolgeranno ogni sera, nei giorni 5, 6, 7, 8 e 9 Luglio, a partire dalle ore 21 e fino a mezzanotte. Anche quest’anno sono numerosi i buyer italiani e stranieri che giungeranno nel Salento per ammirare i nuovi allestimenti artigianali delle luminarie che per la loro bellezza sono ormai esportate in tutto il mondo. Nei giorni 7 e 8 Luglio, in particolare, a Scorrano saranno ospiti due delegazioni provenienti dal Giappone e dal Canada.

Le ditte che illuminano strade e piazze di Scorrano sono:

- MarianoLight, di Lucio Mariano da Corigliano d’Otranto (cura le installazioni in piazza Vittorio Emanuele e Largo Frisari)
- Mariano Luminarie, di Massimo Mariano, da Scorrano (installazioni in via Lecce Leuca)
- L.C.D.C. Luminarie Cesario De Cagna, di Giuseppe De Cagna & F.lli, da Maglie (installazioni in piazza Vittorio Emanuele, lato nord e in via Umberto I)
- Nuova Elettro Luminarie di Angelo e Beatrice Fabrizio, da San Donaci (installazione in piazza Caduti scorranesi)

Come da tradizione, ogni allestimento è ispirato a un tema o a un monumento famoso nel mondo: “Kaleidoscopio” è il progetto di MarianoLight; “Il Barocco e Rococò in Brasile: la Chiesa di San Francesco a Salvador de Bahia” quello di Mariano Luminarie; poi c’è l’ “Olimpo” dei maestri De Cagna con l’opera “Innamorati della luce” e infine la cattedrale fiabesca realizzata dalla ditta Luminarie Fabrizio. I progetti scelti sono tra i più imponenti mai realizzati nel campo delle luminarie.

MARIANOLIGHT
“Kaleidoscopio” (καλός “bello”, εἶδος “forma” e σκοπέω “guardo”) è il tema scelto quest’anno dalla secolare ditta MarianoLight di Corigliano d’Otranto. “In questo nuovo progetto – spiega il maestro Lucio Mariano – proveremo ad affascinarvi con le nostre visioni ritmiche multicolore invitandovi a guardare attraverso una sorta di grandioso Kaleidoscopio. Vi trasporteremo in un mondo fantastico, dove le pure idee formano estrosi scenari simmetrici: partendo dal nostro simbolo di eccellenza, il Rosone, e ruotando ancora un po’ il ‘tubo’ passeremo al prossimo mondo, ed al prossimo ancora…”. Per la realizzazione della maestosa architettura di luce sono state utilizzate 16 quinte speculari, a scalare, per un’altezza che va dai 6 fino a 20 metri; 160mila led e 65mila pixel matrix totali, oltre a un rosone centrale del diametro di ben 24 metri per accendere, insieme alla tradizione e all’innovazione, la fantasia.

MARIANO LUMINARIE
Il progetto che la ditta Mariano Luminarie di Massimo Mariano presenta quest’anno a Scorrano è ispirato a uno dei migliori esempi di architettura dell’ultima epoca barocca e inizio del movimento artistico del rococò: la chiesa di San Francesco nel quartiere multietnico “Pelourinho” di Salvador De Bahia (Brasile). Una struttura curata fin nei minimi particolari: 4 torri stupiranno i visitatori mentre si avvicinano al corpo centrale della decorazione luminosa. Due imponenti paladini saliranno sulla facciata principale dell’attrazione e seguiranno il lungo tunnel di 80 metri che accompagna i visitatori in un mondo spettacolare di luci e magia. Nella parte finale della struttura, i visitatori incontreranno un lungo viale di archi, un invito a percorrere l’opera in entrambi i sensi. Il punto più alto della struttura è di 27 metri; in totale sono state impiegate circa 700.000 lampade led e quasi un milione di micro led. Le accensioni musicali saranno gestite da un software programmato per controllare, separatamente, più di 115 canali dimmer con tecnologia digitale multipla, la dmx. Insomma, un connubio perfetto tra nuove tecnologie e tradizione. “Il nostro desiderio – sottolinea il maestro Massimo Mariano – è che tutti vivano con intensità la grande illusione che andremo a creare per condividere insieme una grande emozione”.

LUMINARIE DE CAGNA
Un’azienda che da oltre 80 anni crea intrecci di luce capaci di emozionare chiunque li ammiri. La ditta Luminarie Cesario De Cagna, di Giuseppe De Cagna e F.lli, torna ad esporre a Scorrano le sue spettacolari creazioni. Eleganza, fantasia, stile, innovazione, imponenza e originalità nel rispetto della tradizione si fondono nell’ “Olimpo” dei maestri De Cagna che intitolano la loro opera: “Innamorati della luce”. “Il progetto che presentiamo per la prima volta – spiega il maestro Giuseppe De Cagna – vuole rappresentare la ‘vera luce che illumina ogni uomo contro l’oscurità delle tenebre’ attraverso la ricerca di Dio nella semplicità di ciò che ci circonda. L’architettura è di ispirazione greca, predilige le linee semplici e pulite, con strutture svettanti verso il cielo per ricreare l’idea di Olimpo. A caratterizzarla sono un grande portico, l’aggiunta di decorazioni sfarzose come il ‘rosone a cerchi e con le corna’ incastonato in moduli ‘sperone-fiore’ di nuova concezione, e le torri ‘a diamante’ a rappresentare l’idea della ricchezza materiale. L’ingresso della struttura è costituito da due torri slanciate alte quasi 27 metri. Le torri fungono da ‘pilastri del cielo’ che secondo il mito di Atlante sostengono con la nuca e con la sola forza delle braccia tutta la volta celeste. La vista si apre quindi verso un porticato realizzato attraverso l’accostamento di tre archi a tutto sesto che creano un meraviglioso gioco di prospettive, mentre le spalliere perimetrali irradiano l’intera opera architettonica. Al centro si apre una particolare galleria formata da 5 archi a tutto sesto dalla quale emerge l’andamento a scalare dell’intera struttura che si estende per ben 70 metri. La figura a a scalare degli archi converge verso un unico arco-direttrice, ‘l’occhio di Dio’ che si ripete in maniera concentrica ‘per osservare l’umanità’. La luce di quest’opera simboleggia la vita, un simbolo divino che riassume in sé due aspetti fondamentali di Dio: la sua trascendenza e la sua presenza nella storia umana e della creazione. Una luce che ci avvolge, ci riscalda, ci pervade e ci rivela”. Per realizzare l’opera sono state utilizzate 250mila lampade a led e altre 250mila microluci a led, 112 canali per lo show musicali e 20mila pixel tecnologia Rgb.

NUOVA ELETTRO LUMINARIE
Per la prima volta a Scorrano approda quest’anno la prestigiosa ditta Nuova Elettro Luminarie di Angelo e Beatrice Fabrizio, da San Donaci (Br). Il progetto realizzato per la festa di Santa Domenica è nata dalla passione e dalla creatività del titolare Angelo Fabrizio, che con grande maestria ha voluto realizzare una cattedrale a tre navate, basandosi sulle migliori combinazioni tra aspetto estetico-creativo e sicurezza. La navata centrale raggiunge un’altezza di 25 metri, quelle laterali 25 metri. L’intero prospetto si estende per ben 18 metri, corredato da due colonne laterali molto possenti. Per illuminare l’opera, sono state utilizzate circa 200mila lampade led totali. “Nella realizzazione di questo progetto – sottolineano – tradizione e innovazione si fondono insieme e grazie a innumerevoli luci metteremo i visitatori di fronte a bellissimi merletti colorati trasportandoli in un’atmosferica quasi fiabesca”.

SPETTACOLI PIROTECNICI

Il 6 Luglio, si parte alle 6.30 con la Diana mattutina a cura della ditta “Francesco Mega e figli srl” da Scorrano; alle 12, si terrà invece lo spettacolo pirotecnico – sempre a cura della ditta “Francesco Mega e figli srl” – in occasione della tradizionale cerimonia di “consegna” delle chiavi della Città a Santa Domenica; alle 17.30, si svolgerà l’atteso spettacolo pirotecnico diurno “Trofeo Santa Domenica” a cura delle ditte: L’Artificiosa dei F.lli Di Candia da Sassano (Sa), Senatore Fireworks di Vincenzo Senatore e figli da Cava de’ Tirreni (Sa) e Pirotecnica Moderna di Giovanni Padovano da Genzano di Lucania (Pz). Infine, a partire dalla mezzanotte, occhi puntati ancora verso il cielo per lo spettacolo pirotecnico notturno “Memorial Francesco Mega” a cura delle ditte: F.lli Pannella da Ponte (Bn), Bruscella Fireworks Group da Modugno (Ba) e Angelo Mega da Scorrano.

CONCERTI BANDISTICI

Il 5 Luglio, dalle 19, suonerà la banda “Città di Scorrano” diretta dal maestro Daniele De Pascali. Il 6 Luglio, subito dopo la prima accensione delle luminarie, si esibiranno invece la banda “Città di Conversano” (Bari) diretta dal maestro Susanna Pescetti e la banda “Città di Scorrano” diretta dal maestro Daniele De Pascali. La cassa armonica è allestita in piazza Vittorio Emanuele.

CONCERTI E SPETTACOLI

Tanti gli artisti salentini che animeranno con musica e performance artistiche i cinque giorni di Festa. Nei giorni 7 e 8 Luglio, a partire dalle ore 18, spettacolo musicale a cura della Street Misto Band (Associazione “Puccini” di Specchia Preite). Gran finale il 9 Luglio, alle ore 22, in piazza Vittorio Emanuele, con lo spettacolo “Flashback: L’emozione ferma il tempo” a cura della Best Production di Salvatore Mauro: uno show tra musica e ricordi, danza ed effetti speciali, con le voci di Nicoletta Notaro ed Elena De Salve, le selezioni di Michele D’Elia Dj, l’animazione di Marco Rollo e le spettacolari coreografie del corpo di ballo “The Best Academy” di Taviano.

PROGRAMMA RELIGIOSO

La Festa di Santa Domenica a Scorrano è ormai famosa in tutto il mondo per la straordinaria devozione che la cittadinanza riserva alla sua Patrona. La tradizione narra che intorno al 1600 la Santa guarì gli scorranesi dalla peste e in segno di gratitudine per ogni persona guarita si accese una lampada ad olio. È così che con il passare degli anni è nata l’usanza delle luminarie, diventate protagoniste della festa. I riti religiosi hanno preso il via il 27 Giugno con l’inizio solenne della Novena e l’esposizione delle reliquie e della Statua di Santa Domenica nella chiesa parrocchiale. Il 6 Luglio, giorno della festa liturgica in onore della Santa di Tropea, le celebrazioni inizieranno alle 7.30 con le Sante Messe e alle 9.30 prenderà il via la suggestiva Processione per le strade della città che terminerà con la consegna simbolica delle chiavi della Città alla sua Santa Patrona; alle 19.30, Santa Messa con Panegirico. Il 7 luglio, alle 19.30, Santa Messa con Panegirico. I canti saranno eseguiti dalla Schola Cantorum “Santa Domenica” diretta da Gino Pendinelli e Fabrizio Vecchio. Di seguito il messaggio rivolto ai fedeli dal parroco Don Gino De Giorgi: “Porgo a te, carissimo fratello in Cristo ed umile devoto di Santa Domenica il più fraterno benvenuto e il più sincero augurio: che la visita a questa vetusta chiesa parrocchiale e l’omaggio della tua venerazione alle reliquie di Santa Domenica, attraverso la sua meravigliosa statua lignea e la straordinaria festa che si celebra in Suo onore, possano accrescere in te il dello spirituale e dell’eterno, segreto vero di profonda pace, nel Cristo Risorto”.

CURIOSITÀ

Le ditte di luminarie De Cagna e Marianolight hanno realizzato alcuni souvenir speciali per la Festa di Santa Domenica: pezzi “unici” di luminarie salentine a forma di cuore, rombo e ragnatela sono stati donati all’Associazione Santa Domenica che li venderà a turisti e visitatori nel corso dei festeggiamenti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe anche interessare:

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top