Roni Size, il re del drum’n’bass al Dopolavoro di Brindisi
Inserito da admin il 17 nov 2014 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Appuntamento imperdibile per i cultori della musica elettronica sabato 22 novembre (start ore 22, ingresso 8 euro). Il Live Club di è pronto ad accogliere una delle menti più geniali in fatto di produzione drum’n’bass: .

La sua leggendaria etichetta, la Full Cycle Records, ha sfornato alcuni tra i pezzi più incredibili del genere, costituendo a lungo un punto di riferimento a livello mondiale. Espressione della scena di Bristol, da sempre all’avanguardia in ambito di fusioni e suoni metropolitani evoluti insieme alla sua crew Represent, è riuscito ad estendere il suo prestigio oltre i confini stilistici della drum’n’bass diventando un’icona della musica elettronica contemporanea.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Dal 1997 quando il suo album “New forms” scalò rapidamente la classifica dei migliori album inglesi, consacrandolo al grande pubblico, i dj set targati Roni Size dettano legge nell’underground musicale e non solo. Il suo ultimo lavoro, Take Kontrol, uscito a fine agosto, lo ha confermato ai vertici nell’olimpo dei dj.

Una musica libera o comunque “non convenzionale” quella di Size, perché priva di strumenti o spartiti ma fatta di suoni elettronici provenienti dalla realtà urbana, campionati e mixati sapientemente al computer.

Dal famosissimo single “Brown Paper Bag” che ha portato all’artista il Mercury Prize (il più ambito premio musicale britannico) aprendo poi a collaborazioni illustri (dai Rage Against The Machine ai Cypress Hill solo per citarne alcune) sono passati diversi anni. Per la jungle-drum’n’bass, però, l’amalgama di Ryan Owen Granville Williams (il suo vero nome) è a tutt’oggi una preghiera elettronica difficilmente riproducibile. La soundmachine e i Bmp (battiti per minuti) plasmati dal producer e dj di Bristol possono ancora tranquillizzare tutti gli amanti delle dancefloor: una drum’n’bass così non si ascolta facilmente in giro.

A fare gli onori di casa, due dj set fra i più freschi e vitali espressi dalla scena locale del momento: l’apertura, infatti, è affidata a Nerve ed Haze.

Ti potrebbe anche interessare:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top