Alle Manifatture Knos ritorna l’appuntamento con l’IndieFest
Inserito da admin il 22 set 2016 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Sabato 24 settembre 2016 ritorna l’appuntamento con l’, il festival musicale indipendente promosso da Unreal Movement, in collaborazione con le . Giunto alla sua undicesima edizione, anche quest’anno si svolgerà a , all’interno dei giardini delle Manifatture Knos, in via vecchia Frigole, 36.

Da oltre un decennio conferma di voler mantenere fede allo spirito che da sempre anima il festival: dare voce, attraverso eventi dedicati, al ricchissimo circuito musicale indipendente locale e nazionale, creando spazio per la musica suonata dal vivo e per quei talenti che spesso nel nostro territorio faticano a trovare un’adeguata vetrina dove potersi esibire, anche a causa della mancanza di strutture idonee ad accogliere la musica nella sua forma più naturale: il live. La realizzazione di un evento come questo è da anni resa possibile grazie alla collaborazione con diverse realtà culturali salentine. Così, anche per l’edizione 2016 si consolida la collaborazione con le Manifatture Knos di Lecce che, insieme all’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce, ne rendono possibile la realizzazione.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Come nelle precedenti edizioni, anche questa volta numerose saranno le band presenti on stage. A partire dalle 21.00, saliranno sul palco 4 gruppi – Fading Rain, Bistouries, e – per una serata all’insegna della musica indipendente. Ad aprire lo spettacolo saranno i Fading Rain, band dalle influenze post-punk e new wave tipiche degli anni’80, nata a Brindisi nel 2013, dall’incontro tra il bassista Marco Locorotondo e il chitarrista James Lamarina. A completare la formazione l’arrivo del batterista Tristano Cannoletta, nell’aprile 2013, e del cantante Pierpaolo Romanelli nel marzo successivo. Nel 2015 pubblicano il loro primo EP, “Winter Ballads”.

Seguiranno sul palco i leccesi Bistouries, Andrea Cataldo (voce e chitarra), Giuseppe Manta (chitarra e voce) Emanuele Ingrosso (basso e voce) e Marco Scianocca (batteria e voce). Formatisi nel 2014, nell’ottobre dello stesso anno attirano l’attenzione dell’etichetta discografica White Zoo Records, che li sceglie per aprire la prima edizione del “White Zoo Fest” e che pubblicherà il loro singolo di debutto. Il loro sound é una geniale miscela di british punk ‘77, power pop americano, mod revival e jangle guitar pop.

Sarà poi il turno dei casertani . Il progetto è nato nei primi mesi del 2016, da Matteo, Paolo, Giovanni e Ilaria e come filo conduttore hanno proprio la provincia che li ha fatti incontrare. Come loro stessi dichiarano, hanno deciso di passare male la vecchiaia e spaccarsi la schiena suonando gli sembrava la cosa migliore da fare nel frattempo. Quello che suonano è il loro foglio illustrativo.

A chiudere i live del festival saranno gli attesissimi Soviet Soviet, gruppo alternative rock, proveniente dalla costa est dell’Italia. I Soviet Soviet nascono nel 2008 a Pesaro e sono formati da Andrea Giometti (voce e basso), Alessandro Costantini (chitarra) e Alessandro Ferri (batteria). Cominciano a guadagnare notorietà nel 2009 con una manciata di singoli autoprodotti e un lungo tour, che porterà alla pubblicazione dei lavori Summer, Jesus e Nice e in seguito del primo album in studio Fate, uscito l’11 novembre 2013 sull’etichetta americana Felte. Post-punk potrebbe essere un facile aggettivo da attribuire al genere dei Soviet Soviet, ma la band cerca di incanalarsi anche verso orizzonti come la coldwave e l’art-punk, sfuggendo alle definizioni più stringenti per cercare di creare un sound fresco e al contempo ricercato.

Sarà dunque la musica a farla da protagonista, tanto che prima e dopo i live la serata sarà animata dai dj set di Ennio C. , Radio Flo e Sorge. Durante il festival ci sarà anche spazio per collezionisti e artigiani, grazie a Salento Market Street. Un appuntamento imperdibile per chi ama girare tra scatoloni pieni di vinile, banchetti con libri, modernariato, usato, vestiti, vintage. La partecipazione è su prenotazione. Info e prenotazione spazi espositivi: salentostreetmarket@gmail.com

Indiefest si propone quindi non solo come evento fine a se stesso ma come un contenitore culturale nel quale riflettere sul significato di musica e sul valore dell’essere indipendente. Gli artisti che gravitano in questo circuito hanno spesso uno sguardo internazionalista e fanno affidamento sulla stampa di settore, sui festival o sui locali dove si suona live, sulla collaborazione fra band e sul passaparola tra appassionati e addetti ai lavori. Questo è del resto lo spirito dell’Indiefest, lo spirito di chi viene ad esibirsi, di chi ci lavora, di chi collabora o di chi viene a trascorrere una giornata all’insegna del divertimento e della buona musica. Un progetto ambizioso che cresce di anno in anno, puntando sulle proprie risorse e su tutti gli artisti, musicisti, associazioni e persone che condividono questa visione e che rendono possibile la realizzazione di questo evento unico ed originale nel suo genere.

Start ore 21, ingresso 3 euro.

Ti potrebbe anche interessare:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top