Notte di Mare a San Foca con Alborosie & Shenghen Clan
Inserito da admin il 18 ago 2017 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Domenica 20 agosto, nella marina di , in provincia di , torna , l’evento promosso dal Comune di Melendugno nell’ambito del Blu Festival, il fitto programma di appuntamenti tra concerti, incontri letterari, spettacoli di teatro e , attività per bambini, feste e . Come ogni anno Notte di Mare ospita nomi di rilievo del panorama musicale nazionale e internazionale, insieme ad alcune tra le più apprezzate band e i più seguiti musicisti pugliesi, attraversando vari generi: & , Antonio Castrignanò, Tobia Lamare & 54 Songs Band, P40, Luz, Atollo 13, Mistura Louca, La Tesi di Smith, Antiruggine, Folkalore, BackLight, OroMatano, a partire dalle 21.00 (ingresso libero), calcheranno i diversi palchi presenti sul lungomare e nelle piazze della marina salentina (lungomare Matteotti, piazza del Popolo, piazza Fiume, area ricci). Una grande festa diffusa all’insegna di grandi e piccoli live con artisti di strada, del vinile e attività per bambini.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Stella del reggae, primo artista italiano trapiantato in Giamaica ad essere riconosciuto in tutto il mondo e primo italiano ad aggiudicarsi il Mobo Awards 2011 a Glasgow per la categorie Best Reggae Act, Alborosie è l’attesissimo ospite che si esibirà insieme al suo Shenghen Clan per questa quinta edizione della rassegna salentina. In oltre 20 anni di carriera partendo da Marsala, dove è nato, fino a Kingston, dove abita, passando per i più grandi palchi, Alborosie – al secolo Alberto D’Ascola – è diventato uno dei maggiori esponenti della musica reggae contemporanea conquistando il mercato mondiale.

Dal raggae alla tradizione salentina, si cambia palco con Antonio Castrignanò, voce e tamburo della della , ha suonato e collaborato con artisti come Stewart Copeland, Mauro Pagani, Negramaro, The Chieftains, Goran Bregovic, Mercan Dede, Ludovico Einauidi, esibendosi su palchi di prestigio internazionale e diventando uno degli artisti simbolo della riscoperta della musica di tradizione del .
Dalla tradizione al rock con Tobia Lamare & 54 Songs Band; musicista, dj e produttore, da vent’anni Tobia Lamare è interprete della cultura alternativa del territorio, ha aperto i concerti di band come Kings Of Convenience e Iggy Pop & the Stooges e ha fondato la sua etichetta Lobello Records con la quale ha prodotto artisti locali e internazionali e realizzato documentari e residenze artistiche. Ancora spazio al rock con i Backlight, capitanati dal cantante e chitarrista Stefano Scuro, per una rivistazione tra set acustico e sonorità elettroniche di un repertorio internazionale che include brani di Gorillaz, Moby, Cure, Ben Harper, Moderat, sullo stesso palco anche gli Atollo 13, band proveniente dall’hinterland tarantino il cui sound è influenzato dalla surf music americana dei primi anni ’60 con riferimenti Beach Boys, Dick Dale, Trashmen, Surfaris, Astronauts, e la band Tesi di Smith con le loro incursioni nel pop e nel blues.
Jazz e dintorni con Luz, trio formato Giacomo Ancillotto, Igor Legari e Federico Leo, nato dalla collaborazione tra i musicisti del collettivo romano di improvvisazione Franco Ferguson, il risultato è una musica difficilmente definibile, come la colonna sonora di un film immaginario, un progetto con i piedi saldi nella tradizione afroamericana e i mille tentacoli nelle culture musicali europee e mediterranee.
Un sound esplosivo tutto da ballare è invece la cifra dei Mistura Louca, band composta da musicisti dalle più svariate influenze musicali insieme in questo progetto tra colori e sonorità della patchanka. Altro palco e altro genere con il “cantattore” salentino, come lui stesso ama definirsi, P40, menestrello di corte catapultato nell’età contemporanea dove le corti di un tempo diventano i palchi e i teatri di oggi. Un artista che col tempo ha visto maturare la sua creatività riuscendo a cogliere attraverso la satira e la sua inseparabile chitarra, le sfumature del nostro quotidiano.
Nella Notte di Mare trovano spazio anche il pop di Antiruggine con le cover in chiave rock di brani indimenticati italiani e stranieri, il repertorio di Folkalore, che vuole omaggiare la musica folcloristica salentina, e il sound black di Oro Matano tra rock, blues, funky, dei mitici anni 70 e 80.

Ti potrebbe anche interessare:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top