Elliott Erwitt Personae, la prima retrospettiva al Castello Carlo V di Lecce
Inserito da admin il 3 giu 2018 | Nella categoria Magazine | Ci sono 0 Commenti
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Dal 21 aprile al 9 settembre nelle sale del di sarà allestita la Personae, la prima grande retrospettiva, a cura di Biba Giacchetti, delle immagini in bianco e nero e a colori del fotografo nato a Parigi nel 1928. I suoi scatti in bianco e nero sono ormai diventati delle icone della fotografia, esposti con grande successo a livello internazionale, mentre la sua produzione a colori è quasi del tutto inedita. Il percorso espositivo mette in evidenza l’eleganza compositiva, la profonda umanità, l’ironia e talvolta la comicità del grande fotografo americano, tutte caratteristiche che rendono Erwitt un autore amatissimo e inimitabile, non a caso considerato “il fotografo della commedia umana”.

Marilyn Monroe, Che Guevara, Sophia Loren, John Kennedy, Arnold Schwarzenegger, sono alcune delle numerose celebrità colte dal suo obiettivo ed esposte in . Su tutte Erwitt posa uno sguardo acuto e al tempo stesso pieno di empatia, dal quale emerge l’ironia e la complessità del vivere quotidiano. Con lo stesso atteggiamento, d’altra parte, Erwitt rivolge la sua attenzione a qualsiasi altro soggetto. Con il titolo Personae si allude proprio a questa sua adesione alla vita concreta degli individui e, nello stesso tempo, a un senso della maschera e del teatro, che si manifesta soprattutto in alcune foto che sono una dissacrante parodia del mondo dell’arte contemporanea.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

«Questa mostra apre una stagione nuova per il Castello di Lecce che intendiamo rendere una tappa fondamentale per visitatori e turisti», sottolinea il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini. «Scegliamo di partire dalla fotografia, con uno dei più celebri artisti del Novecento, punto di riferimento per i tanti, giovani e meno giovani, che praticano l’arte fotografica o semplicemente ne apprezzano la potenza espressiva. Gli scatti di Erwitt sono entrati nella nostra cultura e tutti possono riconoscerli, per questo consideriamo la mostra una occasione per invitare i leccesi a visitarla e con essa entrare nella più grande opera fortificata di Puglia di cui siamo fortunati custodi. Lecce si apre alle grandi mostre, lo merita per la sua ambizione di città d’arte, lo meritano i tantissimi che attraversano il Salento e la Puglia alla ricerca di esperienze indimenticabili».

Curata da Biba Giacchetti con il progetto grafico di Fabrizio Confalonieri, la mostra comprende oltre 120 scatti, che Erwitt ha selezionato personalmente con la curatrice, nel suo studio di New York, traendoli dal suo vastissimo archivio. Le foto sono stampate con particolare cura e allestite con cornici fine art e vetro antiriflesso. Un’accurata audioguida in italiano e in inglese sarà disponibile per tutti i visitatori, inclusa nel biglietto di ingresso (10 euro – ridotto 8 euro – ridotto speciale 5 euro).

Ti potrebbe anche interessare:


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top