Ghironda Winter Festival, a Ostuni Sud Sound System e Ray Gelato & The Giants
Inserito da admin il 21 dic 2018 | Nella categoria Fuori Porta | Ci sono 0 Commenti
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Da a San Silvestro, il torna con la XII edizione, che inizia con un trittico di concerti ad prima di affrontare l’inverno 2019 con le sue proposte itineranti. Si parte il 25 dicembre con i Baltimora Gospel Singers in Concattedrale (ore 19.30) e si prosegue il 29 in piazza Libertà (ore 22) con gli indiavolati & Bag a Riddim Band prima della grande festa del 31, sempre in piazza Libertà (dalle ore 23.30), con & The Giants headliner di una notte di musica che si aprirà con le selezioni in consolle di Maurizio Laurentaci e si chiuderà con un dj set di Filippo Nardi. Tre concerti che il Ghironda Winter Festival, promosso da Idea Show, propone con il sostegno del Dipartimento Turismo della Regione Puglia, dell’assessorato al Turismo del Comune di Ostuni e di Pugliapromozione,



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Si comincia, dunque, la sera di Natale con i Baltimora Gospel Singers. Vengono dal Maryland, l’Old State Line degli Usa, hanno sbancato con due premi i Rhythm of Gospel Awards nel 2014 e si sono esibiti per l’insediamento di Donald Trump. E ora sbarcano ad Ostuni con il loro repertorio di musiche della tradizione afro-americana (previste navette per la Concattedrale in partenza dalle ore 18 da Piazza libertà: consigliata la prenotazione al 333.5648283).

Formazione di 21 elementi composta da 18 cantanti e tre musicisti, ha condiviso il palco con leggende come il pastore Timothy Wright e Albertina Walker. Ma tra le collaborazioni eccellenti la formazione americana vanta anche quelle con stelle del gospel che hanno il nome del leggendario Dottie Peolples, di BeBe & CeCe Winars, Washwan Mitchell, Vanessa Bell Armstrong, Dorothy Norwood e dei pastori Marvin Sapp e Charles Jenkins.

Con i Baltimora Gospel Singers sarà un concerto all’insegna della musica religiosa proveniente dall’altra parte dell’Oceano e che da un po’ di anni ha fatto breccia tra i fedeli del Vecchio Continente, arrivando da lontano, dai canti di lavoro degli schiavi, con il suo racconto di un’umanità calpestata nei diritti primari e il suo grido gioioso di libertà, i suoi messaggi di pace, fratellanza e speranza.

Ti potrebbe anche interessare:


  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top