Kids, ritorna a Lecce il festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni
Inserito da admin il 25 dic 2018 | Nella categoria Magazine | Ci sono 0 Commenti
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


“Per tutti.” è il tema della quinta edizione di “. Festival del e delle arti per le nuove generazioni” che si terrà da giovedì 27 dicembre a domenica 6 gennaio a . Compagnie, attori e attrici pugliesi, italiani e stranieri, incontri, laboratori, un “villaggio”, mostre, proiezioni, attività circensi, parate: è una festa del teatro che coniuga un importante cartellone di attività e spettacoli rivolti ai bambini e ai grandi a una vocazione sociale orientata all’inclusione. Grazie all’Operazione Robin Hood, anche quest’anno, il Festival proporrà una raccolta di “biglietti sospesi” per accogliere tutte le famiglie più bisognose e favorire le associazioni che lavorano con persone in situazione di disagio. è un progetto di Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro, con la direzione artistica di Tonio De Nitto e Raffaella Romano, realizzato con il sostegno di Regione Puglia (Assessorato all’Industria culturale e turistica – FSC 2014-2020), Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, e in collaborazione con Manifatture Knos, Museo Ferroviario della Puglia, Castello Carlo V, Polo BiblioMuseale di Lecce e altri partner.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

“Per Tutti.”, oggi più che mai, è un manifesto artistico, etico e politico. In un mondo sempre più orientato alla differenza, alla contrapposizione e alla messa in discussione dei diritti umani, Kids intende affermare attraverso la molteplicità dei linguaggi della bellezza e dell’arte, che tutti siamo parte fondamentale e insostituibile del vivere comune. Il festival accoglierà alcune tra le migliori realtà pugliesi e italiane – artisti che accanto alla loro acclamata produzione non mancano di attraversare il mondo dell’infanzia, come Emma Dante, la Societas Raffaello Sanzio (con Buchettino, uno degli spettacoli più attesi del Festival, una versione di Pollicino raccontata in una vera e propria casa di un boscaiolo con 50 letti di legno pronti ad accogliere 50 spettatori a recita), Aline Nari che con la sua indaga temi fondamentali per la crescita tra cui quello dell’identità, Teatro del Piccione e Teatro della Tosse, La luna nel letto in una bellissima versione di Cappuccetto Rosso, Burambò, che affronta una fiaba della tradizione gitana, Michele Cafaggi, il mago delle bolle, Schegge di cotone, Principio attivo teatro – e ben otto compagnie internazionali che arricchiscono la programmazione di questa festa del teatro rendendola un appuntamento unico in Puglia. Tra gli ospiti Paul-Henri Jeannel e Julien Cottereau (Francia), String theatre (Inghilterra), Izumi Fujiwara (Giappone), Farrés Brothers (Spagna), Sofie Krog Teater (Danimarca), Bontehond (Olanda) e il francese Inko’Nito che proporrà alcune parate con la marionetta gigante Celeste e la musica dal vivo di Mirko Lodedo.

Tra i vagoni e le locomotive del Museo Ferroviario tornerà “In viaggio con le storie”, un piccolo festival della narrazione con Cristina Mileti, Gianluca Caporaso, Michela Marrazzi, Angela De Gaetano, Giuseppe Semeraro, Daria Paoletta e Claudio Milani, al quale sarà dedicato anche il focus “La parola nelle mani” con ben tre spettacoli dello stesso autore, che ripercorrono la sua interessante visione artistica, e un incontro. Il festival coinvolgerà molti contenitori culturali della città (Teatro Paisiello, Manifatture Knos, Castello Carlo V, e per la prima volta, Teatro Apollo e Biblioteca Bernardini che ospiterà alcune delle azioni più performative come i ritratti di Picasso della giapponese Izumi jujiwara), la marina di Frigole, Borgo Piave e la parrocchia San Sabino nella zona 167.

Per la prima volta nel Chiostro dei Teatini sarà allestito il Kids Village con workshop, performance e giochi condotti da operatori e artisti nazionali e internazionali. Sarà possibile sperimentare le arti circensi come trampoli, discipline aeree, equilibrismo e giocoleria grazie alla scuola Cirknos, utilizzare in maniera creativa materiali di recupero con l’associazione Bla Bla Bla, scoprire il mondo dei burattini con Tina Aretano e il teatro d’ombra con Maria Rosaria De Benedittis, ritrovare la bellezza dei giochi tradizionali come il grande tiro alla fune grazie agli operatori di Cassa Armonica di Ceglie Messapica, ammirare le foto di cinque anni di storia del festival Kids grazie al percorso di Fermenti lattici, incontrare autori e attori. Sabato 29 e domenica 30 dicembre (dalle 11), il Village, in collaborazione con Lecce Film Fest – Festival del Cinema Invisibile, ospiterà “Il cinema in gioco”, un programma di brevi film “invisibili” e laboratori creativi che permetteranno ai più piccoli di scoprire, giocare e sperimentare attraverso gli insoliti e divertenti personaggi del cinema indipendente. Previsti incontri con scrittori come Gianluca Caporaso e una speciale assemblea dei bambini con il sindaco della città, Carlo Salvemini.

Fin dalla sua nascita il festival Kids ha permesso a tutte le famiglie di partecipare agli spettacoli proposti grazie all’Operazione Robin Hood. È possibile aderire acquistando un biglietto sospeso e una Kids card (nei luoghi dello spettacolo o al Castello Carlo V) o facendo una donazione nei salvadanai dedicati all’iniziativa (le librerie Liberrima, Feltrinelli, Semiminimi, Palmieri, Bar Paisiello, Caffè Cittadino, Pasticceria Sensi, Bar Astoria, Old House Caffè, Caffetteria Ariosto Coffee Art, Abbruzzese La Giraffa giocattoli, Nidi-Pipì & Pupù, Focus Junior Play Lab, Città del Sole, Incantesimo Store, Clinica dell’accendino e Associazione Bla Bla Bla di Trepuzzi) oppure online dal sito kidsfestival.it con paypal.

L’illustrazione creata appositamente da Ilaria Guarducci (con la progettazione grafica di Alessandro Colazzo) per rappresentare questa edizione, trae spunto dall’episodio squalificante della mensa di Lodi, che ha rappresentato in Italia uno dei più significativi atti di razzismo di questo momento. L’arte e il teatro si fondano sulla fusione di tutte le forme, di tutti i linguaggi, i colori e le differenze che solo assieme creano valore, così come il nostro presente e futuro devono continuare a fare.

Biglietti
5,50 euro – Ingresso adulti e bambini
6 euro – prevendita e prenotazione telefonica
7 euro – vendita online
3 euro – spettacoli Chiesa San Sabino e Borgo Piave

Kids Card
13,50 euro – Nominale e valida per tre spettacoli

Carta docente e 18App
È possibile utilizzare le carte Docente e 18app per tutti gli spettacoli in programma presentando al botteghino copia stampata del voucher

Ti potrebbe anche interessare:


  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top