Al via La Fabbrica delle parole con il live dei Radiodervish
Inserito da admin il 18 giu 2020 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Fabbrica delle parole, ovvero una fabbrica di confronti e incontri; fabbrica di pensieri da partecipare e di letture; fabbrica di sguardi e stupori, di riviste e di intellettuali militanti che hanno realizzato “fogli di poesia”; fabbrica di , di storie e di futuro che riguardano tante comunità: si configura così questo percorso permanente sull’arte della stampa, che in realtà è un lungo viaggio in cui narrazioni e storie si intrecciano in un itinerario visivo che incontra macchine tipografiche e computer degli albori, caratteri tipografici e altri strumenti che segnano l’evoluzione della tipografia. Ma è anche un luogo vivo, un laboratorio, in cui esperienza e idee si uniscono grazie ad attività didattiche.

Non è un caso che la Fabbrica delle parole si inserisca nel percorso intrapreso dal Convitto Palmieri di , che con la Biblioteca Bernardini si sta sempre più indirizzando come epicentro di percorsi plurali riguardanti la cultura del libro e la , intesa come processo di rigenerazione delle coscienze e di progettazione di possibili futuri che incontrano anche le arti attraverso mostre, pubblicazioni, teatro, cinema e musica, grazie all’impegno delle associazioni e delle tante realtà coinvolte.

Gli ingressi al museo e la partecipazione al concerto il 20 giugno saranno garantiti a un numero massimo di 51 persone; per prenotarsi telefonare al numero 0832.37.35.76 – ore ufficio, oppure scrivere un messaggio WhatsApp allo stesso numero.
Presentazione e concerto saranno fruibili on line sulla pagina Facebook della Biblioteca Bernardini e La Fabbrica delle parole sarà poi visitabile ogni giorno dalle 8.30 alle 22, per consentire anche a chi frequenterà il centro storico della città in orari serali di potersi immergere in un percorso sorprendente.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Per la prima volta a Lecce il loro ultimo progetto discografico e primo concerto in assoluto dopo il lockdown. Dopo il concerto inaugurale del primo novembre 2019 al Parco della Musica di Roma e un tour nazionale che ha visto protagoniste due affermate realtà del panorama musicale mediterraneo, “Classica”, l’ultimo progetto discografico dei e l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES, approda per la prima voltaa Lecceal Chiostro del Convitto Palmieri dopo la sospensione dell’attività concertistica causata dalla diffusione del Covid-19.

Pubblicato lo scorso 11 ottobre, con il sostegno di Puglia Sounds Record 2019, “Classica” è l’incontro tra mondi sonoritotalmente differenti, quello etnoworld e quello classico sinfonico, due linguaggi musicali in apparenza distanti che si fondono perfettamente pur mantenendo ciascuno la propria identità, in un dialogo di valorizzazione reciproca che dà vita a un unico, inedito racconto: un’originale rilettura dei brani selezionati dal repertorio dei , tra cui anche due cover di grandi cantautori mediterranei, Domenico Modugno e Matteo Salvatore. In scaletta i brani contenuti nell’album: “L’esigenza”, “Erevan”, “Jonas”, “Tancredi e Clorinda”, “Amara terra mia”, “Itaca”, “Il sogno delle lucciole”, “Il Sangre e il Sal”, “Una candela nel buio”, “Marevino”, “Il lamento dei mendicanti”, “L’immagine di te” e altri successi. I brani in programma assumono una nuova, sorprendente veste musicale, grazie ai ricercati arrangiamenti del Maestro Valter Sivilotti, a cui è affidata la direzione dell’OLES. Pianista, compositore e direttore d’orchestra tra i più acclamati della sua generazione, ha composto e arrangiato brani per i più noti artisti della canzone d’autore, del jazz e della musica etnica. Sul palco con l’Orchestra Sinfonica, Nabil Salameh(voce),Michele Lobaccaro (basso e chitarra), Alessandro Pipino(piano e fisarmonica), Pippo Ark D’Ambrosio(batteria e percussioni).

“Classica” è il 13° album per i , storica formazione in attività da oltre vent’anni, da sempre espressione di un’Italia ponte tra Europa e Mediterraneo. Protagonista del nuovo disco dei èl’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES.

Ti potrebbe anche interessare:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top