Giulio Bianco in concerto
  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Quando: 16/05/2019 ore 22:00
Dove: Nardò, Jungle Parco Raho (Via Raho, 15/A)
Prezzo ingresso: gratuito




Sto caricando la mappa ….

Giovedì 16 maggio (ore 22 – ingresso libero) al Jungle – Parco Raho di Nardò, in provincia di , prosegue il tour di presentazione di “Di zampogne, partenze e poesia”, disco d’esordio del polistrumentista Giulio Bianco, prodotto dal Canzoniere Grecanico Salentino con il sostegno di Puglia Sounds Record 2018. Un disco quasi completamente privo di parole, una colonna sonora in cui la zampogna, strumento dal dna “migrante”, fa da cicerone e conduce l’ascoltatore in un viaggio musicale pluritematico, dialogando con l’elettronica e l’orchestra. Il cd contiene sei brani originali, scritti e arrangiati da Bianco: “Tornare”, “Trainieri” con le voci registrate dei cantori Uccio Aloisi e Uccio Bandello, “Valzer dei giocattoli dimenticati”, prodotto e arrangiato in collaborazione con Inude, “Cirano”, “Tarantella di San Filippo”, con un tema iniziale di un brano tradizionale siciliano e “Ronda”. Il concerto è un’esperienza molto intensa, evocativa e tridimensionale in cui la musica scorre di pari passo alle immagini proiettate alle spalle degli artisti, è un viaggio in cui poesia e prosa (si utilizzano sequenze elettroniche) indirizzano l’ascoltatore verso temi affrontati dall’autore nella scrittura dei brani, pur lasciandolo libero di immaginare ed intraprendere il proprio viaggio in modo soggettivo.

“Musica popolare non è culto delle ceneri ma custodia del fuoco”, scriveva il compositore e direttore d’orchestra austriaco Gustav Mahler. Questo concetto è parte fondamentale del processo di scrittura, in cui vecchio e nuovo si legano indissolubilmente, creando un ibrido in cui il linguaggio della musica tradizionale è ancora evidente, ma le tematiche, la scrittura e la produzione musicale sono concepite e studiate per suonare contemporanee. Nel disco Giulio Bianco (zampogna zoppa, zampogna a chiave, chitarra, elettronica) è affiancato da Mauro Durante (violino, tamburi a cornice), Rocco Nigro (fisarmonica), Emanuele Licci (bouzuky), Giancarlo Paglialunga e Alessia Tondo (tamburello), Massimiliano Morabito (organetto), Giuseppe Anglano (fisarmonica). “Di zampogne, partenze e poesia” è una raccolta di racconti musicali composti a partire da riflessioni dell’autore su tematiche attuali. La “voce narrante” è quella della zampogna, strumento antichissimo utilizzato in passato dai pastori durante i loro viaggi di “transumanza”, e dal suono naturalmente evocativo di miti e leggende da sempre legate alla civiltà rurale. È musica immaginifica, epica ed a tratti pastorale (nell’accezione Beethoveniana di “espressione di sentimento”), prodotto e sintesi del percorso musicale di Giulio Bianco, in cui la pizzica pizzica e la musica tradizionale salentina si fondono alla musica elettronica ed alla scrittura per orchestra. È un lavoro in cui si usa l’antico per raccontare il presente, come avviene d’altronde oggi con la musica di riproposta, frutto del percorso personale dell’autore di rivalutazione musicale e sociologica di uno strumento da sempre considerato povero e limitato, che in questo disco viene invece valorizzato ed esaltato, ora dialogando con l’elettronica, ora avvolto dagli archi dell’orchestra classica. Il disco è nato dall’esigenza forte di raccontare le esperienze vissute da Bianco nei suoi viaggi musicali e più in generale da una riflessione sulle mille sfaccettature del significato profondo e intrinsecamente soggettivo della parola partire (dal latino partire/partiri): una delle prime parole inventate dall’uomo, il cui significato originale era “dividere”. Tra le tematiche principali, stimolo di scrittura per l’autore, ci sono sicuramente tutte le forme moderne di spostamento e viaggio: dalle migrazioni finalizzate alla ricerca di migliori opportunità sociali e professionali, a quelle costituite da masse di profughi che fuggono da zone di guerra, carestie, regimi persecutori, fino ad arrivare a delle “migrazioni temporanee”, come possono essere quelle di un musicista che ha la fortuna di partire, per poi ogni volta tornare. Oltre al tema delle partenze, un altro spunto creativo è sicuramente arrivato da una riflessione sulla funzione attuale della musica e su come questa abbia sostituito la poesia nella vita di tutti i giorni: se Cyrano fosse vissuto nel nostro presente, probabilmente invece di una poesia a Rossana avrebbe dedicato una canzone. Il disco nasce anche dall’esigenza di sperimentare nuove forme di approccio alla musica tradizionale salentina e da una riflessione su come la tecnologia ne abbia fortemente influenzato e cambiato il linguaggio. Il linguaggio tradizionale è da sempre legato a doppio filo agli strumenti che i musicisti avevano a disposizione in un determinato periodo storico in una determinata area, ed è naturale che questo si evolva e muti con l’arrivo di nuove tecnologie, i cambiamenti del tessuto sociale, la perdita di alcune funzioni. In particolare la ricerca di Bianco si è focalizzata sull’uso di loop e campioni elettronici nella costruzione di brani dal suono tradizionale, sul loro accostamento al linguaggio della zampogna e sulla loro utilità in una concezione di arrangiamento moderna in cui si lavora sulla suddivisione delle frequenze sonore.




Altri eventi consigliati in programma oggi
Cesare Dell’Anna Quintet in concerto
24/08/2019 | ore 17:00
Sant’Isidoro, Lido Oasi

Concertone Notte della Taranta
24/08/2019 | ore 18:30
, Piazzale Ex Convento degli Agostiniani

Segunda Feira in concerto
24/08/2019 | ore 18:30
Gallipoli, Cotriero

V Breaking Sound Metal Fest
24/08/2019 | ore 18:30
Mesagne, Fun Park

Notte Rossa
24/08/2019 | ore 19:00
Castellaneta Marina, Piazza Kennedy

Onde Sonore con Giorgio Poi, vicario e Ombre Cinesi
24/08/2019 | ore 19:00
Taranto, Surf Cafè

Spacca Party con Dynamite djset
24/08/2019 | ore 19:00
Lido Conchiglie, Kilometro Zero

Savio Vurchio in concerto
24/08/2019 | ore 20:30
Fasano, La Torre Bianca

Cena Spettacolo con Banana Republic in concerto
24/08/2019 | ore 21:00
Gallipoli, Soqquadro

Circular Music Afro Festival
23/08/2019 – 24/08/2019 | ore 21:00
, Piazza Pisanelli


  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top