So What Festival a Melpignano con Baustelle e Lo Stato Sociale
Inserito da admin il 10 ago 2017 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


e saranno gli ospiti principali della quarta edizione del che sabato 12 e domenica 13 agosto si terrà nel Piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani di , in provincia di .

Il festival prenderà il via sabato 12 agosto (15 euro + 2 dp) con Lo Stato Sociale. La band, a due anni di distanza dal precedente “L’Italia peggiore”, torna con “Amore, lavoro e altri miti da sfatare” prodotto da Garrincha Dischi in licenza per Universal Music Italia. “Il disco parla di noi e di quello che ci succede attorno”, spiega la band bolognese formata da Alberto Cazzola, Francesco Draicchio, Ludovico Guenzi, Alberto Guidetti ed Enrico Roberto. In apertura Maffei, nuovo progetto del brindisino Marco Maffei che incarna la figura del moderno cantastorie a cavallo tra la realtà cittadine, i social network, le ex fidanzate, i bicchieri di troppo e le mille sigarette; la cantautrice Cristiana Verardo, con i brani del suo disco d’esordio “La mia voce”; La Municipàl, progetto di pop d’autore dei fratelli Carmine e Isabella Tundo che, dopo alcuni singoli prodotti e lanciati sulla rete, hanno prodotto il cd “Le nostre Guerre Perdute”.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Domenica 13 agosto (ingresso 25 euro + 3 dp) atteso concerto dei Baustelle per l’unica data estiva in Puglia. La band composta da Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni) sarà affiancata sul palco da Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere) e Andrea Faccioli (chitarre). “L’amore e la violenza” è il settimo album firmato dai Baustelle, uscito a gennaio 2017 per Warner Music Italia. Prima della band toscana spazio a La Scapigliatura, progetto dei fratelli cremonesi Jacopo e Niccolò Bodini, autori dell’omonimo album vincitore della Targa Tenco 2015 come Migliore Opera Prima. In apertura i salentini Noon, un progetto che, ispirandosi a gruppi come Radiohead, Sigur Ròs, Daughter, Kula Shaker, cerca di proporre le sonorità rarefatte e le rilassanti caratteristiche della musica nordeuropea, dando loro una veste nuova filtrata dalla tradizione musicale italiana.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe anche interessare:

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top