Li Ucci Festival, a Cutrofiano 7 giorni di convegni, workshop e concerti
Inserito da admin il 13 set 2015 | Nella categoria LiveNews | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Domenica 13 settembre a , in provincia di , prende il via la quinta edizione de organizzato dall’Associazione Culturale Sud Ethnic con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari che fa parte della Rete dei Festival Puglia Sounds Musiche del Salento. Sino a sabato 19, studiosi, musicologi, musicisti e musiciste, cantanti, danzatrici, artiste e fotografi parteciperanno a questo evento che proporrà sette giorni di concerti, mostre, estemporanee di pittura, presentazioni di libri, bike tour, incontri per ricordare non solo i cantori dello storico gruppo salentino “Li Ucci” (originariamente composto da Uccio Bandello, Uccio Aloisi e Narduccio Vergaro) custode degli “stornelli”, dei canti d’amore e di lavoro, spesso improvvisati al ritmo del tamburello, ma anche un’intera generazione di cantori capaci di tramandare il patrimonio popolare salentino.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

L’articolato programma prenderà il via domenica 13 settembre con una “Biciclettata” – partenza ore 9 nei pressi di Villa Santa Barbara – organizzata in collaborazione con la Pro Loco di Cutrofiano alla scoperta del territorio con degustazioni lungo il percorso e sosta finale con “Assaggiucci” per tutti a base di orecchiette caserecce e non solo. Dalle 20 alla Masseria L’Astore primo appuntamento serale con la presentazione del libro “Interviste sul Tarantismo” (Kurumuny) di Sergio Torsello, giornalista, ricercatore, studioso del tarantismo e direttore artistico della , prematuramente scomparso pochi mesi fa. Interverranno l’editore Luigi Chiriatti e lo studioso di antropologia Maurizio Nocera. A seguire il concerto a km0 con Giovanni Avantaggiato, uno degli ultimi cantori della tradizione musicale salentina e l’anteprima del primo lavoro discografico del progetto Ethnos. Corde dal Mediterraneo con Stefano Calò, Donatello Palermo, Claudio Miggiano, Stefano Bianco, Antonio Murciano, Ninfa Giannuzzi.

Lunedì 14 settembre alle 19 al Laboratorio Urbano Sottomondo (ex Mercato coperto) si aprirà, invece, “Li Ucci tra musica e colore”, sezione di arti visive curata da Teresa Gravili quest’anno dal titolo “La Creta si fa Arte e la Musica è un’immagine”. dedicata a Totò Massaro, artista e architetto di Cutrofiano scomparso prematuramente, con una piccola esposizione delle sue opere. La sezione – che proseguirà tutti i giorni (dalle 19.30 alle 21) – ospiterà L’Arte nel Piatto (con una collezione originale che ormai ha superato le 200 opere), le stampe del contest fotografico a cura di Luigi Cesari, il pianoforte che dipinge di Francesco Maria Mancarella, il “Musicista in ferro riciclato” di Maurizio Marioli e altro ancora.

Martedì 15 alle 21 l’atrio del Palazzo della Principessa ospita Lecce Accordeon Project, nato dall’idea di Germano Scurti, docente del Conservatorio della cattedra di Fisarmonica del Tito Schipa di Lecce. Il Concerto vuole essere una riflessione sullo strumento non solo utilizzato per il folk e la musica popolare. Mercoledì 16 alle 21, in collaborazione con la Pro Loco di Cutrofiano e con i Bar e Locali di Piazza Cavallotti, appuntamento con “La chiazza ca sona e ca vive” una serie di concerti con Mino De Santis accompagnato da Pantaleo Colazzo e Roberto Avantaggiato (L’Osteria ViniDivini), Criamu (Lu Pezzettaru), Scazzacatarante (Buena Suerte Cafè), Carlo Canaglia Ensemble (La Plaza) e Balkanìa con Giancarlo Dell’Anna e Andrea Doremi (Caffè Saracino). La serata, in collaborazione con Aci di Cutrofiano, ospiterà una campagna di sensibilizzazione contro l’uso scorretto dell’alcol e il non uso di sostanze stupefacenti. Giovedì 17 dalle 19.30 nell’Anfiteatro del Parco Verde – in collaborazione con il Club Amici del Peperoncino di Terra D’Otranto, delegazione dell’Accademia Nazionale del Peperoncino – si terrà un percorso/degustazione di Peperoncini Piccanti dal Mondo con degustazione di vino e olio locale. Durante la degustazione sarà possibile assaggiare la pizza “Pizzicata” creata da Mauro Ripa con impasto al peperoncino e il gelato “Pizzica” sempre con base Habanero. Dalle 21 nel Parco Verde spazio a La tradizione musicale salentina con i giovanissimi Echi’Ssemà e Cardisanti, affiancati da numerosi ospiti. Venerdì 18 settembre dalle 22 al Jack’n Jill appuntamento con la voce di Enza Pagliara. Nel corso del festival sono previsti anche un torneo di carte (venerdì 18 alle 18.30 presso il Caffè Saracino, in collaborazione con Le Salentine), due incontri nelle scuole (giovedì 17 e venerdì 18) e altro ancora.

Il Festival si chiuderà con un concerto-evento di sabato 19 settembre. Dalle 21 in Piazza Municipio si esibiranno tra gli altri P40 e Donna Lucia, Armonauti e Canusìa, vincitori della prima edizione di UcciFolkontest, dedicato a esperienze italiane nel folk e nella world music, organizzato nell’ambito del festival in collaborazione con Mei – Meeting degli indipendenti di Faenza e Scuola di musica popolare di Forlimpopoli; Menamenamò, in occasione del ventennale dalla fondazione del gruppo, e Li Ucci Orkestra che ospita circa cinquanta musicisti e cantantini, tra i principali esponenti della musica popolare salentina. Non mancherà lo spazio dedicato alla e alle estemporanee di pittura con Francesco Cuna e Teresa Gravili. Nel corso della serata finale, inoltre, si terrà la presentazione della squadra di pallavolo femminile di Cutrofiano che milita in B1 e porta sulle proprie il nome de Li Ucci Festival.

Ti potrebbe anche interessare:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top