Incontri del Terzo Luogo, alle Manifatture Knos la XII edizione del progetto
Inserito da admin il 14 nov 2018 | Nella categoria Magazine | Ci sono 0 Commenti
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Da mercoledì 14 a domenica 18 novembre a torna l’appuntamento con gli , progetto ideato e coordinato dalle che quest’anno giunge alla sua XII edizione. Tra gli ospiti l’architetto e scenografo Patrick Bouchain, Pablo Georgieff e Miguel Georgieff del collettivo di paesaggisti argentino-francese Coloco, Elefterios Kechagioglou del board di Trans Europe Halles (TEH) e direttore di Le Plus Petit Cirque du Monde, Olivearte Sandy Fitzgerald co-direttore dell’agenzia culturale londinese Olivearte, Le Wonders collettivo artistico della banlieue parigina, il performer Roberto Dell’Orco, il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, Luigi De Luca direttore del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano”, l’assessore alla Programmazione economica del Comune di Brindisi Roberto Covolo, l’assessora alla Cultura del Comune di Lecce Antonella Agnoli.

Approdi è la parola che segna questa edizione con un ricco calendario di incontri, dialoghi, videoinstallazioni, performance, workshop e proiezioni per riflettere ed esplorare un tema carico di significati nelle sue tante declinazioni e suggestioni: “Approdare o farsi approdo?” dicono gli organizzatori “Su un molo si attracca, ma non si approda. Ci vuole una caletta, una spiaggia libera, un luogo ospitale per sbarchi e naufragi. Un porto naturale per partenze e arrivi. Dove ciò che conta è chi porta, lascia, prende o porta via. E se approdare volesse dire che ci si è fatti approdo?”. Una riflessione che richiama non solo la contemporaneità delle vicende del nostro Paese ma che è stettamente connessa con la dimensione locale, dove il centro culturale di una piccola cittadina si fa porto dove ormeggiare, dove tenere insieme cura e abbandono, rapporti di vicinato e relazioni istituzionali, spontaneità e regole, gestione e amicizia.



Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Dopo la serata inaugurale (mercoledì 14 novembre ore 19.30, aperitivo di benvenuto) gli Incontri del Terzo Luogo entrano nel vivo: in calendario nella giornata di giovedì 15 novembre, a partire dalle 9.30, si segnalano gli incontri “Breve storia dell’idea di Terzo Luogo” con Pierre-Alexandre Luyt dell’Audencia Business School di Nantes e “Se la biblioteca è un terzo luogo” con l’assessora alla Cultura del Comune di Lecce Antonella Agnoli; torna anche quest’anno Asfalto Mon Amour, intervento partecipato di smantellamento dell’asfalto nel grande parcheggio delle Manifatture Knos, in cui l’associazione tarantina LaBuat e il collettivo parigino di “giardinieri paesaggisti” Coloco hanno un ruolo di guida e mediazione. Il workshop, già nelle scorse edizioni, è partito da quelle zone in cui l’asfalto era stato interrotto da alcuni “giardini spontanei”. L’obiettivo è continuare a rompere – picconi alla mano – la maggior superficie asfaltata possibile e utilizzare i pezzi frantumati per la realizzazione di sedute e per piantare fiori, alberi e ortaggi nelle buche create. Il processo ha portato i partecipanti a cambiare l’aspetto del paesaggio e a trasformare sempre più zone asfaltate in oasi verdi.

In serata (ore 18.30) spazio alla presentazione del libro “Poetica della zappa. L’arte collettiva di coltivare giardini” dell’architetto paesaggista Pablo Georgieff , co-fondatore del gruppo Coloco. Il volume, edito da Derive e Approdi con prefazione di Gilles Clément, racconta come l’attività di progettazione di un giardino o di uno spazio pubblico sia un luogo di immaginazione, di rapporti ugualitari tra le persone coinvolte, di forme dell’operare diverse da quelle della produzione e del lavoro, di percezioni allargate dei nostri sensi. L’arte di costruire relazioni, arte politica per eccellenza, trova così nel giardino un luogo privilegiato nel quale ripensarsi e darsi nuove regole.
Tra gli appuntamenti di venerdì 16 novembre si segnalano “Tekno-Cosmo-Matto” (ore16.30), videoinstallazione a cura di Le Wonder, centro di produzione artistica e collettivo attivo nella periferia parigina, che si occupa di rigenerazione di spazi attraverso il coinvolgimento di una comunità di artisti costantemente in crescita. A seguire (ore 18.00) si terrà l’inaugurazione della prima Velostazione della città, progetto della Ciclofficina Popolare Knos – sostenuto dalla Provincia di Lecce e dalla Presidenza del Consiglio nell’ambito del programma di interventi “Knos Orchestra Senza Confini” – e la presentazione del libro-concerto “Le cicloavventure. Digressioni e disavventure di un cantautore in bicicletta” del cantautore, compositore e pianista Nico Maraja. Le Cicloavventure sono il racconto, in parole e musica, di un tragitto su pedali da Roma a Lecco che si trasforma in un diario dal sapore beat, un viaggio introspettivo fatto di incontri, avventure, disavventure e riflessioni di un cantautore alle prese con nuove emozioni e molte domande.

Gli Incontri del Terzo Luogo proseguono sabato 17 novembre con Naufragi e Approdi, un’intensa giornata che segna anche l’undicesimo compleanno del centro culturale leccese. Esattamente il 17 novembre del 2007 alle 18.55, le Manifatture Knos aprivano le porte al pubblico. Una vecchia struttura abbandonata veniva restituita alla città dopo un lungo processo di rigenerazione e valorizzazione che ha coinvolto numerosi cittadini, creativi, associazioni e artisti con l’idea comune di riportare in vita uno spazio pubblico. La ricorrenza è l’occasione per interrogarsi sul futuro del centro e, più in generale, sul valore culturale, sociale ed economico generato dal recupero dei beni comuni, indagando il ruolo e l’impatto dei centri culturali nella rigenerazione urbana, allargando il dibattito sia ai partecipanti degli Incontri sia ai rappresentanti delle istituzioni locali. Come nasce un centro culturale e come si evolve nel tempo? Come la ricerca di azione e autonomia può portare al recupero temporaneo di spazi dismessi e periferici volti alla produzione artistica? Come questi spazi possono favorire la nascita di pratiche mutualistiche ed egualitarie? Come si può trasformare un parcheggio in uno spazio di produzione artistica? Queste le domande sulle quali si rifletterà durante il corso della giornata.
Dopo l’incontro introduttivo della mattina (ore 10), spazio ai tavoli di lavoro per approfondire pratiche, idee e visioni a confronto. Nel pomeriggio (ore 17) la presentazione di “Ricci” la prima Rete Italiana di Centri Culturali Indipendenti, a seguire presentazione del Bilancio del Knos e interventi di Patrick Bouchain, Elefterios Kechagioglou, Sandy Fitzgerald, Luigi De Luca, Roberto Covolo, Stefano Minerva, Antonella Agnoli. In serata appuntamento con la cena–performance “Ecosistema – Come interagiscono le persone nei sistemi organici?”, un progetto a cura di Roberto dell’Orco co-prodotto con Cozinha Nomade, cucina sociale e inclusiva che coinvolge nei suoi interventi tanti operatori e persone del territorio, i nomadi culinari. La giornata si chiuderà con la festa finale per gli undici anni del Knos.
Gli Incontri del Terzo Luogo si concluderanno domenica 18 novembre (ore 11), con la restituzione e il confronto finale tra i partecipanti.

Ti potrebbe anche interessare:


  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top