Ritorna Kids, il festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni
Inserito da admin il 26 Dic 2021 | Nella categoria LiveNews, Primopiano | Ci sono 0 Commenti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Diciotto compagnie straniere, italiane e pugliesi con oltre cinquanta repliche di spettacoli per piccolissimi (da 0 a 3 anni), piccoli e grandi spettatori, tra , danza, circo, nuove tecnologie e linguaggi innovativi della scena contemporanea, un “village” con incontri, laboratori, performance e attività di formazione: da lunedì 27 dicembre a giovedì 6 gennaio a si rinnova l’appuntamento con ““. Dopo una speciale e inedita versione interamente online, infatti, l’ottava edizione del Festival del teatro e delle per le nuove generazioni torna “in presenza” sul tema “Ricostruire”, abitando molti luoghi del capoluogo salentino (Teatro Apollo, Manifatture Knos, Museo Ferroviario, Ex Convento degli Agostiniani, Teatro Paisiello, Convitto Palmieri, Museo Castromediano, Castello Carlo V). Kids è una festa del teatro che coniuga un ricco e variegato programma a una vocazione sociale con grande attenzione all’inclusione. Grazie all’Operazione Robin Hood, anche quest’anno, il Festival proporrà una raccolta di “biglietti sospesi” per accogliere tutte le famiglie più bisognose e favorire le associazioni che lavorano con persone in situazione di disagio. Kids è un esempio di cooperazione tra artisti, operatori, imprese, istituzioni e luoghi della città, una magica medicina per questo tempo purtroppo ancora grigio.


Per la tua pubblicità su SalentoLive.com

Il Festival si aprirà lunedì 27 dicembre (ore 20:30) al Teatro Apollo con la compagnia belga Okidok che metterà in scena “Slips inside. I clown come non li avete mai visti”, scritto, diretto e interpretato da Xavier Bouvier e Benoît Devos. Uno spettacolo (tout public), long seller della comicità internazionale, applaudito ad Anversa come ad Avignone, a Londra come a Melbourne. Nello show, letteralmente messi a nudo, ovvero con indosso soltanto dei buffi mutandoni, si sfidano in un’esilarante gara di salti mortali sbagliati ed equilibrismo surreale, proponendo un tipo di comicità originale che senza l’utilizzo di parole riesce a far sbellicare grandi e piccini di ogni nazione grazie ad una successione inesauribile di sketch tanto improbabili quanto spassosi, nei quali l’insolito e l’imprevisto sono di casa. Un tour de force di gioiosa spudoratezza, nel quale rileggono con arguzia, intelligenza e trascinante spettacolarità, l’intera storia della clownerie. Irriverenti, mordaci, stralunati ed atletici, gli Okidok sono un duo belga che ha già trionfato al Festival du Cirque de Demain di Parigi ed è considerato fra i più interessanti esponenti della nuova clownerie internazionale

Martedì 28 dicembre nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) prenderanno il via gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla, uno spazio di incontro, aperto a bambine e , a idee, visioni e progetti, a partire dalle diversificate esperienze di tutti gli ospiti (BlaBlaBla, Fermenti Lattici, Spazio Natura, Valeria Puzzovio, Affini d’arte, Roberta di Seclì, Kite edizioni e Orecchio acerbo). Alle 17 e alle 18:30 nel Convitto Palmieri la compagnia bolognese La Baracca propone “Tangram” (età 1/5 anni) di Andrea Buzzetti con Matteo Bergonzoni, Giada Ciccolini e Lorenzo Monti. Tangram: un quadrato perfetto che si divide in 7 forme geometriche. A partire da questi elementi è possibile creare una serie pressoché infinita di figure. Alle 17:30 sul palco del Teatro Paisiello la torinese Fondazione TRG con lo spettacolo musicale “Cenerentola, Rossini all’opera!” diretto da Nino D’Introna (dai 5 anni) che ci farà immergere nel mondo della lirica con il Maestro Gioacchino Rossini alla prese con la scrittura della sua Cenerentola. Alle 19 alle Manifatture Knos in scena “Parlami Terra” di Teatro Viola/Cranpi (dai 4 anni) con Chiara de Bonis, le coreografie di Damiano Ottavio Bigi e la regia Federica Migliotti. Il progetto nasce da un’immagine venuta in sogno e di un sogno, in qualche modo, parla, quello di Gaia che viene ri-svegliata dalla madre di tutte le madri, la Madre Terra per ritrovarsi su una cassettiera in un non luogo. Alle 20:30 al Teatro Paisiello, seconda replica di “Slips inside. I clown come non li avete mai visti” della compagnia belga Okidok.

Mercoledì 29 dicembre la terza giornata partirà nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Alle 10:45 e alle 11:45 nel Museo Ferroviario di Puglia prende il via “In viaggio con le storie”, uno degli appuntamenti più appassionanti del festival, una finestra sulla narrazione per farsi trasportare con la fantasia sui vagoni storici. Doppia replica per “Racconto di ” con Antonella Sabetta, “Anna dai capelli Rossi” con Antonella Ruggiero e Luigi Tagliente, “Il drago al centro della terra” (liberamente tratto da “Il Drago Aidar” di Marjane Satrapi) con Alessandro Lucci. Alle 11:30 e alle 18:30 al Convitto Palmieri, doppia replica per “Tangram” di Andrea Buzzetti della compagnia bolognese La Baracca (età 1/5 anni) con Matteo Bergonzoni, Giada Ciccolini e Lorenzo Monti. Alle 16:30 e alle 18:30 alle Manifatture Knos il progetto G.G. di Parma proporrà “Le Nid – Il Nido” (età 0/6 anni) con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti e i pupazzi di Ilaria Comisso. All’inizio c’è una casa bianca, posto stabile e sicuro, radice e luogo di sicurezze. Chi la abita conosce la tranquillità del rituale che si ripete, del “nulla di storto può accadere”. Ma un giorno nella casa arriva chi non si aspetta, arriva un “altro”, fuori dagli schemi, che destabilizza, che toglie certezze, ma che è anche novità e magia. Alle 17 e alle 19 nel Convento degli Agostiniani in scena Hamelin, coproduzione Factory Compagnia Transadriatica e Sipario Toscana (dai 5 ai 10 anni) con Fabio Tinella, drammaturgia e regia di Tonio de Nitto, ispirato alla fiaba il pifferaio magico dei Fratelli Grimm. Il pifferaio come artista porta una visione diversa da quella degli adulti, in cui c’è spazio per la sorpresa e per il rapimento della bellezza (cose che appartengono all’infanzia). È una figura che cambia di segno, perché il suo rapimento attraverso la musica è uno strappare i bambini ai divieti, alle restrizioni e alla troppa protezione che non li fa crescere. Alle 17:30 alle Manifatture Knos in scena “Parlami Terra” di Teatro Viola/Cranpi (dai 4 anni) con Chiara de Bonis, le coreografie di Damiano Ottavio Bigi e la regia Federica Migliotti. Alle 20:30, infine, al Teatro Paisiello seconda replica del festival per “Cenerentola, Rossini all’Opera!” della torinese Fondazione TRG.

Giovedì 30 dicembre la quarta giornata partirà nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Alle 10:45 e alle 11:45 nel Museo Ferroviario di Puglia prosegue “In viaggio con le storie”. Doppia replica per “Racconto di Natale” con Antonella Sabetta, “Anna dai capelli Rossi” con Antonella Ruggiero e Luigi Tagliente, “Il drago al centro della terra” (liberamente tratto da “Il Drago Aidar” di Marjane Satrapi) con Alessandro Lucci. Alle 11 e alle 17:30 alle Manifatture Knos il progetto G.G. di Parma in scena con “Le Nid – Il Nido” (età 1/6 anni) con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti e i pupazzi di Ilaria Comisso. Alle 17 e alle 19 nel Convento degli Agostiniani nuova doppia replica di Hamelin, coproduzione Factory Compagnia Transadriatica e Sipario Toscana (dai 5 ai 10 anni) con Fabio Tinella, drammaturgia e regia di Tonio de Nitto. Alle 19:45 e alle 20:15 nel Salone del Teatro Paisiello doppia replica (15 minuti per 10 spettatori) di “Bang Bang. Petite danse pour coeurs sensibles” del Teatro Koi. A seguire (ore 20:30) sul palco del Paisiello, Principio Attivo Teatro proporrà “Sapiens” (dai 6 anni) di Valentina Diana per la regia di Giuseppe Semeraro in scena con Dario Cadei, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti, Francesca Randazzo e le musiche di Leone Marco Bartolo. È ormai provato che nel nostro codice genetico abbiamo una piccola percentuale di codice genetico dei Neanderthal. Cosa accadde allora quando le due diverse specie di Sapiens e Neanderthal si incontrarono? Perché i Neanderthal si estinsero? Lo spettacolo ci porta indietro nel tempo cogliendo in questa storia l’archetipo dell’incontro con il diverso e l’altro.

Venerdì 31 dicembre al Teatro Paisiello alle 10:15 e alle 10:45 doppia replica (15 minuti per 10 spettatori) di “Bang Bang. Petite danse pour coeurs sensibles” del Teatro Koi e a seguire (ore 11) Principio Attivo Teatro con “Sapiens”.

Dopo la pausa di Capodanno, domenica 2 gennaio Kids riprende nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Dalle 16 alle 19:40 (ogni 20 minuti) nel Convitto Palmieri quattro spettatori assisteranno a “Brigitte et le petit bal perdù” di Nadia Addis. Alle 17 e alle 19 nel Convento degli Agostiniani in scena “Hamelin”, coproduzione Factory Compagnia Transadriatica e Sipario Toscana. Alle 18:30 al Convitto Palmieri la Compagnia la luna nel letto proporrà “Jack e il fagiolo magico (una storia tra terra e cielo)” di Michelangelo Campanale con Maria Pascale. Ispirato ad una fiaba della orale inglese – la prima pubblicazione apparve nel libro The History of Jack and the Bean-Stalk, stampato da Benjamin Tabard nel 1807 – lo spettacolo racconta la storia di un bambino che pur essendo piccolo riesce a trovare il lieto fine alle sue disavventure, guidato dal suo istinto, dalla sua fiducia nella vita e dalla sua intelligenza. La giornata si concluderà alle 20:30 sul palco del Teatro Apollo con l’artista francese Julien Cottereau, già solista del Cirque du soleil, che dopo il doppio sold out nel 2019 con “Imagine toi”, torna a Kids con “aaAhh Bibi”, un circo immaginario e necessario, stravagante, eccessivo, fatto di artisti che si defilano, acrobati spaventati, equilibristi passionali, animali recalcitranti e un clown. Julien Cottereau in scena gioca con un naso rosso e poi senza, da solo e in compagnia, in un ballo mimato e folle, senza parole.

Lunedì 3 gennaio nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Alle 10:45 e alle 11:45 nel Museo Ferroviario di Puglia prosegue “In viaggio con le storie” con la doppia replica di “Narciso il primo amore” di e con Ilaria Carlucci, “Spiga” con Dario Cadei, “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Andersen con Luigi d’Elia. Alle 11 e alle 17 al Convitto Palmieri la Compagnia la luna nel letto proporrà “Jack e il fagiolo magico (una storia tra terra e cielo)” di Michelangelo Campanale con Maria Pascale. Dalle 16 alle 19:40 (ogni 20 minuti) nel Convitto Palmieri quattro spettatori assisteranno a “Brigitte et le petit bal perdù” di Nadia Addis. Alle 17:30 sul palco del Teatro Paisiello la Compagnia Burambò con “Esterina centovestiti”, spettacolo per un’attrice con tre sedie e una cornice di e con Daria Paoletta. Alle 18:30 al Convitto Palmieri la presentazione del libro “Manù e Miché il segreto del principe” di Francesco Niccolini (Mondadori). Alle 19 alle Manifatture Knos gli “Esercizi di fantastica”, Premio della giuria e del pubblico Vimercate Festival 2021, spettacolo di danza e movimento di Giorgio Rossi, ispirato da Gianni Rodari. Vicino al surrealismo degli anni ’50 e ispirandosi all’opera di Alfred Jarry e alla sua patafisica (la scienza delle soluzioni immaginarie), Rodari affermava infatti l’esistenza di una Fantastica in totale contrapposizione alla Logica. Alle 20:30 al Teatro Apollo l’artista francese Julien Cottereau concluderà la giornata con la seconda replica di “aaAhh Bibi”.

Martedì 4 gennaio nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Alle 11 alle Manifatture Knos la Compagnia Sosta Palmizi propone Esercizi di Fantastica. Dalle 16 alle 19:40 (ogni 20 minuti) al Convento degli Agostiniani, Nadia Addis riproporrà “Brigitte et le petit bal perdù”. Alle 16:30 e alle 18:30 nella Sala Maria D’Enghien del Castello Carlo V, la compagnia spagnola Animal Religion con “E le idee volano…”, uno spettacolo circense dove pochi oggetti hanno molto peso e sono piccoli, le scoperte crescono fino a diventare scene fresche e fantastiche piene di complicità. Uno spettacolo dove circo, gioco, interazione con il pubblico, luce e musica si intrecciano per rendere ogni performance un’esperienza unica e diversa. Alle 17, nel Convento degli Agostiniani, Principio Attivo Teatro con “Hanà e Momò” con Cristina Mileti e Francesca Randazzo, liberamente ispirato al racconto “Favola d’amore ” di Hermann Hesse, che illustra l’importanza del concetto di unione. Alle 18:30 alle Manifatture Knos, Matteo Marchesi con BOB, una performance che usa il corpo come veicolo e innesco di alcune domande e scenari che congiungono gli immaginari sul non-reale, dai bestiari alle fantasie d’infanzia, e la nostra presenza nella realtà. Cosa si nasconde nei luoghi bui? Cosa ha a che fare con noi? Alle 20:30 al Teatro Paisiello, CSS Teatro Stabile Friuli Venezia Giulia e Teatro delle Apparizioni con “Kafka e la bambola viaggiatrice” di Fabrizio Pallara con Desy Gialuz e Valerio Malorni. Un pomeriggio Kafka s’imbatte in una bambina disperata perché ha perso la sua bambola. Questo incontro inaspettato rappresenta lo spunto per la sua ultima opera.

Mercoledì 5 gennaio nell’Ex Convento degli Agostiniani dalle 9:30 alle 12:30 (ingresso gratuito con prenotazioni 3207087223) con gli appuntamenti di Kids Village a cura di BlaBlaBla. Alle 10:45 e alle 11:45 nel Museo Ferroviario di Puglia prosegue “In viaggio con le storie” con la doppia replica de “La principessa in cima alla torre” con Daria Paoletta, “Il mito di Persefone” di e con Valerio Malorni, “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Andersen con Luigi d’Elia. Alle 11 e alle 16:30 nella Sala Maria D’Enghien del Castello Carlo V, la compagnia spagnola Animal Religion con “E le idee volano…”. Dalle 16 alle 19:40 (ogni 20 minuti) nel Convento degli Agostiniani quattro spettatori assisteranno a “Brigitte et le petit bal perdù” di Nadia Addis. Alle 17:30, nel Convento degli Agostiniani, Principio Attivo Teatro con “Hanà e Momò” con Cristina Mileti e Francesca Randazzo. Alle 18:30 alle Manifatture Knos, “Tarzan ragazzo selvaggio” di Luigi D’Elia e Francesco Niccolini (Teatri di e INTI), molto liberamente ispirato a Tarzan of the Apes di Edgar Rice Burroughs. Esistono pochi casi reali di bambini cresciuti da soli nella natura o allevati dagli animali. È accaduto che siano stati cresciuti da lupi, cani, scimmie, animali della Savana. Questo spettacolo racconta la storia di Tarzan, nuda e cruda, senza nessuna concessione alle promesse degli adulti e del progresso. Con il più grande amore per il mistero intoccabile della crescita, dell’umano e della nostra Terra. Alle 20:30 al Teatro Paisiello, Factory compagnia transadriatica e Fondazione Sipario Toscana con “Peter Pan” di Tonio De Nitto (collaborazione drammaturgica Riccardo Spagnulo) con Francesca De Pasquale, Luca Pastore, Benedetta Pati, Fabio Tinella. Peter Pan è la storia di un’assenza, di un vuoto che spesso rimane incolmabile, quello di un bambino che non c’è più. È l’inseguimento di un tempo che sfugge al nostro richiamo e che a volte si ferma, la ricerca delle esperienze che ci fanno diventare grandi senza volerlo e troppo presto

Giovedì 6 gennaio si festeggerà la Befana al Teatro Paisiello con “Brigitte et le petit bal perdù” di Nadia Addis (dalle 16 alle 19:40) e la replica finale di “Peter Pan” di Factory e Fondazione Sipario Toscana.

In programma anche i due laboratori di Arti circensi (dai 6 anni) alle Manifatture Knos (28 e 30 dicembre, 3 e 4 gennaio dalle 10 alle 12 – ingresso gratuito) a cura di Cirknos e Corpoliberatutti (per ragazzi e ragazze dai 12 ai 14 anni) condotto da Matteo Marchese, in collaborazione con il Network Anticorpi XL e il supporto dell’azione CollaborAction KIDS nella Sala pinacoteca del Museo Castromediano (2-5 gennaio dalle 10:30 alle 12:30). Da segnalare, infatti, la collaborazione con il Polo Biblio Museale di Lecce: il Museo e il Convitto Palmieri ospiteranno, infatti, spettacoli, incontri e laboratori.

«Ricostruire non è solo il tema di questa nuova edizione di Kids. Ricostruire è il senso del lavoro che abbiamo davanti, ricostruire un rito interrotto, riabitare gli spazi scenici, riedificare i nostri luoghi dell’anima, ritrovare il tempo del gioco assieme, il tempo dell’incontro, il tempo del teatro che può farci crescere meglio», sottolineano gli organizzatori. «Kids è una festa da cui ripartire per rimettere al centro del nostro tempo i bambini e anche i bambini che tutti noi adulti possiamo continuare ad essere».

“Kids. Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni” è ideato e organizzato da Factory Compagnia Transadriatica e Principio attivo teatro con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia (“Custodiamo la Cultura in Puglia 2021 – Misure di sviluppo per lo spettacolo e le attività culturali”), Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, Chain Reaction, Storie cucite a mano, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, in collaborazione con BlaBlaBla, Assitej Italia, Network Anticorpi XL, Manifatture Knos, Museo Ferroviario di Puglia, Cirknos, Ciklofficina.

Clicca qui per il programma completo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

You must be Login to post comment.

Top